Difenditi dai malanni di stagione

Risparmia con farmafarma.
I nostri consigli per alleviare i malanni di stagione: Influenza, Mal di Gola, Raffreddore, Tosse, Diarrea

 

Mangiare Sano è una delle prime regole per combattere l'influenza.

L'influenza si può presentare in ogni periodo dell'anno affliggendo chi la contrae con i suoi indistinguibili sintomi: tosse, febbre, mal di gola, congestione nasale, dolori ossei. Quando si è in preda della malattia ci si può aiutare seguendo un regime alimentare che dovrebbe far sentire meglio e al tempo stesso accelerare il processo di guarigione.

Vediamo insieme qual è una corretta alimentazione per l'influenza da seguire.

Alimentazione per l'influenza: quali cibi sono preferibili

Una giusta alimentazione per l'influenza prevede innanzitutto l'assunzione di molti liquidi, sia per reintegrare quelli che si perdono con la sudorazione, sia per aiutare l'organismo affetto da febbre ad allontanare i virus influenzali. Si deve quindi bere molta acqua, ma sono indicati anche il tè verde che è ricco di antiossidanti, le spremute di agrumi, che contengono molte vitamine o i frullati di frutta fresca, meglio se realizzati con l'estrattore. Una buona idratazione è necessaria ed importante se nel decorso della malattia si sono presentati vomito o diarrea.

Il brodo di verdure o di pollo è un piatto che può aiutare lo stomaco a ristabilirsi e fornisce nutrienti e minerali.

Anche passati e vellutate di verdure rientrano a pieno titolo nell'alimentazione per l'influenza, volendo possono essere arricchiti con cereali, riso, farro o orzo.

Le proteine necessarie al fabbisogno giornaliero possono essere assunte mangiando carni bianche, carne magra, pollame o pesce.

In caso di tosse si può prendere del miele che calma gli spasmi, attenua i bruciori e l'irritazione alla gola. Ne basta un cucchiaino al giorno, oppure può essere sciolto in una tisana, in un bicchiere di latte o di tè caldo. Il miele di Manuka è poi un vero toccasana grazie alle sue proprietà antibiotiche. 

In una corretta alimentazione per l'influenza non possono poi mancare le vitamine, fondamentali sono quelle del gruppo B che si trovano in alimenti come pesce, pollame, pane integrale, spinaci, lenticchie, banane, cereali, latte e derivati. 

L'influenza 

La prima manifestazione dell'influenza è la febbre.
Che cos’è la febbre?
La febbre è di uno sintomi più comuni di un’alterazione nelle funzioni del nostro organismo: la febbre può avere molteplici cause, la più comune è un’aggressione da parte di agenti patogeni esterni (solitamente batteri o virus).
La febbre è una variazione della termoregolazione corporea, che si manifesta attraverso una serie di reazioni chimiche che avvengono a livello dell’ipotalamo.

Le tipiche manifestazioni febbrili si devono alla già citata naturale evoluzione del processo:

 - brividi 
 - mal di testa
 - malessere generale
 - dolori muscolari 
 - inappetenza
 - nausea

La febbre di origine batterica può essere contrastata con l'utilizzo di antipiretici.
Ricorda di consultare sempre il medico e di leggere attentamente il foglietto illustrattivo contenuto nella cofezione prima di assumere un farmaco.

Clicca sul banner sottostante per scoprire i prodotti più usati per il trattamento della febbre.

 

 

 

   La Tosse

Con il termine tosse si intende l’espulsione improvvisa, violenta di aria dai polmoni. Rappresenta un'altro dei disturbi legati alle malattie stagionali. La funzione della tosse è eliminare il materiale presente nelle vie aeree e proteggere i polmoni dalle particelle che sono state inalate. La tosse può essere volontaria o spontanea (involontaria).
Esistono diversi tipi di tosse. La tosse può essere secca (non produttiva) o produttiva, con espulsione di sangue o espettorato (detto anche catarro).
La tosse costituisce un disturbo che se diventa frequente può divenire molto fastidioso ecco il motivo per il quale questo disturbo non va trascurato e va curato. 
La TOSSE SECCA va trattata con l'utilizzo di sciroppi o gocce sedative.
La TOSSE GRASSA va ttrattata con l'utilizzo di sciroppi, bustine o compresse effervescenti con azione mucolitica e o espettorante. 
Ricorda di consultare sempre il medico e di leggere attentamente il foglietto illustrattivo contenuto nella cofezione prima di assumere un farmaco. 

Clicca sul banner sottostante per scoprire i prodotti più usati per il trattamento della tosse. 

 




Mal di Gola

Il mal di gola è un altro disturbo legato alle malattie di stagione e può essere causato da un’infezione di natura virale o batterica a carico delle mucose della faringe, della laringe, delle tonsille o delle corde vocali. Il mal di gola è anche uno dei disturbi più dolorosi e frequenti. Il fastidio derivante dal mal di gola rende particolarmente difficile la deglutizione e l'addormentamento.
Le forme più leggere di mal di gola sono, nella maggior parte dei casi, di origine virale.
In tal caso il mal di gola può essere tratattato con spray, pastiglie o collutori.
Nel caso in cui il mal di gola diventi persistente o associato a febbre e altre manifestazioni influenzali e possibile trattare il sintomo con la somministrazione di antipiretici.
Ricorda di consultare sempre il medico e di leggere attentamente il foglietto illustrattivo contenuto nella cofezione prima di assumere un farmaco. 

Clicca sul banner sottostante per scoprire i prodotti più usati per il trattamento del mal di gola.

  


  Il Raffreddore

Una delle manifestazioni più frequenti dei malanni stagionali è il raffreddore.

Che cos’è il raffreddore?

Il raffreddore è una delle patologie più diffuse, soprattutto nei mesi freddi.
È estremamente contagioso, ma non è una malattia grave.
È causato da un'infezione virale che colpisce prevalentemente le alte vie aeree (naso, gola, trachea).
La prevenzione è possibile, basta seguire semplici regole di igiene quotidiana.
Se non correttamente curato il raffreddore può degenerare, in polmonite e bronchite, colpendo le vie aeree più profonde (polmoni, bronchi)
Il raffreddore è caratterizzato da sintomi molto comuni:
 - congestione nasale e naso che cola
 - malessere generale
 - starnuti frequenti
 - mal di gola 

Per contrastare il raffreddore si può fare ricorso a farmaci decongestionanti in particolare decongestionanti della mucosa nasale. 
Ricorda di consultare sempre il medico e di leggere attentamente il foglietto illustrattivo contenuto nella cofezione prima di assumere un farmaco.  

Clicca sul banner sottostante per scoprire i prodotti più usati per il trattamento del mal di gola.

 

 

  Antidiarroici

La diarrea si manifesta spesso quando ci sono repentini cambiamenti climatici, il passaggio dall'estate all'autunno è un dei passaggi più critici per l'intestino.
La diarrea è un disturbo dell’intestino che si manifesta con scariche frequenti (più di tre al giorno) di feci liquide o semiliquide, è un sintomo e non una malattia.
La diarrea è espressione di una problematica intestinale che può avere origine da molte cause, dalle psicologiche alle fisiche.
Una serie di sintomi accompagna abitualmente la diarrea: crampi, dolori e gonfiore addominale sono i più frequenti.

Diarrea del viaggiatore:
Colpisce le persone che visitano i paesi stranieri sono a rischio di diarrea, causata dal cibo o dall’acqua potabile contaminata da batteri, virus o parassiti.
La diarrea del viaggiatore può essere un problema soprattutto per i paesi in via di sviluppo. Fanno parte di questo gruppo, i virus influenzali o parainfluenzali (come la cosiddetta influenza intestinale).
I principali alimenti a rischio sono: molluschi, uova, carne cruda o poco cotta, verdura e frutta lavate con acqua contaminata, latticini non pastorizzati, bibite con ghiaccio.

La diarrea va trattata con farmaci antidiarroici per fermare le scariche e con probiotici per 
ripristinare il corretto numero di bacilli "buoni" all'interno dell'intestino.
Ricorda di consultare sempre il medico e di leggere attentamente il foglietto illustrattivo contenuto nella cofezione prima di assumere un farmaco.  

Clicca sul banner sottostante per scoprire i prodotti più usati per il trattamento del mal di gola.