Come funziona il test della fertilitÓ maschile

Ecco come funziona il test della fertilitÓ maschile e quando farlo.

 

Quando è il momento di fare un test della fertilità maschile

Molte persone non sanno che i test della fertilità maschile possono essere effettuati a casa, prima di richiedere un consulto medico. In base a quanto diffuso dall'istituto Superiore della Sanità il 15% circa delle coppie italiane soffre di problemi di infertilità: questo a causa di uno stile di vita non equilibrato in cui intervengono fattori come fumo, alcool, obesità. Tra le cause principali di infertilità c'è anche la ricerca tardiva del primo figlio. Bisogna dire che, secondo le statistiche, le responsabilità nella difficoltà a concepire si distribuiscono nella coppia in maniera abbastanza equa: il 29,3% dei problemi sono maschili, il 37,1% sono femminili.

Attenzione però: si parla di infertilità quando si prova a concepire senza successo per almeno 12 mesi

Cause e terapie dell’infertilità maschile 

Secondo la Società Italiana di Andrologia e di Medicina della Sessualità un uomo su tre in Italia è a rischio infertilità. Questo per molteplici cause: infiammazioni, patologie, problemi ormonali, varicocele. Per individuare la terapia più adatta in base al caso specifico è necessario rivolgersi ad un andrologo che generalmente effettua un'ecografia della zona genitale e richiede uno spermiogramma, ovvero un'analisi che consente di avere informazioni relative agli spermatozoi come il numero e la motilità. L'analisi del liquido seminale consente inoltre di scoprire se gli spermatozoi sono affetti da malformazioni. La spermiocultura invece, è un esame che si effettua per valutare la presenza di infezioni batteriche.

Come funziona il test?

Prima di intraprendere questo percorso è possibile effettuare dei test della fertilità maschile acquistabili in farmacia. Sono in grado di prendere in considerazione la quantità degli spermatozoi e la loro qualità, riuscendo a fornire un risultato molto veritiero e affidabile. Ad essere valutata è soprattutto la motilità progressiva, una variabile essenziale per la fecondazione, che sarebbe la capacità degli spermatozoi di spostarsi in linea retta. In genere i test casalinghi si effettuano ponendo sul dispositivo un campione di liquido seminale, il risultato è disponibile in circa mezz'ora e viene segnalato da un colore specifico.

In farmacia sono disponibili diversi modelli ma anche degli integratori utili a supportare gli spermatozoi nel loro ciclo vitale e funzionale come ad esempio l’integratore Gametogen che contribuisce alla normale fertilità e riproduzione.