Come contrastare la spossatezza primaverile

Ecco come combattere la spossatezza primaverile e godersi così la bella stagione.

 

Come affrontare il cambio di stagione e lottare contro la spossatezza primaverile

Una volta finito l’inverno, sono molte le persone che risentono del cambio di stagione lamentando sintomi come sonnolenza o stanchezza, comunemente riconosciuti come spossatezza primaverile o mal di primavera. Le cause di tale condizione sono in realtà note e diversi sono i modi per combatterla.

Il nostro organismo risente delle brusche variazioni di luce o di temperatura e compie uno sforzo per adattarsi ai nuovi ritmi. Molti studi in materia indicano infatti che c'è un legame stretto tra processi fisiologici e condizioni metrologiche. Anche se per fortuna bastano pochi giorni per adattarsi, in caso di una dieta squilibrata o di influenza il tempo di adattamento si prolunga. È bene allora conoscere qualche rimedio per ridurre il più possibile questa spossatezza. 

Da cosa deriva la spossatezza primaverile

Tra le principali cause alla base della spossatezza primaverile vi è una carenza di vitamine

- quelle del gruppo B, utili per assimilare carboidrati e proteine;
- la vitamina C che aiuta il sistema immunitario ad essere efficiente;
- la vitamina A che ha anche potere antiossidante;
- la vitamina D che da sempre si associa alla salute ossea, si è da poco scoperto che svolge - - un ruolo molto importante anche nel contrastare dal depressione e mantenere alto l'umore.

Anche la carenza di Sali minerali come il magnesio, insieme a quella di manganese e fosforo, comporta astenia e malessere generale, sintomi spesso tipici di questa stanchezza.

Rimedi utili per combatterla

Per combattere la spossatezza primaverile l'alimentazione è molto importante. Meglio prediligere cibi ricchi di: 

- vitamine del gruppo B come legumi, ortaggi, latte, lievito, germe di grano, albume d'uovo, cereali integrali, noci;
- vitamina A come i vegetali di colore giallo o arancio, pesce, uova, latte e derivati;
- vitamina C di cui sono ricchi i kiwi, i peperoni, gli agrumi, i pomodori, le verdure a foglia verde.

Volendo si può anche ricorrere all'assunzione di integratori vitaminici come l’integratore alimentare Samefast Up, che oltre a contenere vitamina B12 ha in sé anche acido folico, utili al mantenimento della normale funzione psicologica, alla riduzione di stanchezza ed affaticamento e contribuiscono al normale metabolismo dell’omocisteina.

Anche i Sali minerali possono essere integrati assumendo prodotti specifici come l’ntegratore Polase che contiene magnesio e potassio. 

Per evitare di cadere vittime della spossatezza primaverile altro consiglio è quello di stabilizzare il sonno notturno anticipando l'ora in cui si va a dormire e se possibile concedersi anche una mezz'ora di riposo al pomeriggio. Migliora l'umore e la reattività anche l'attività fisica praticata con regolarità, come la ginnastica fatta in casa o delle lunghe passeggiate.