Le proteine dopo l'allenamento? Un mito da sfatare

Si possono assumere le proteine dopo l'allenamento? Ś! Ma ecco come.

 

Proteine dopo l’allenamento: sì o no?

Le proteine, che arrivano al corpo tramite l’alimentazione, sono indispensabili per lo sviluppo muscolare: gli sportivi ad esempio, che mirano ad aumentare la massa muscolare devono assumerne una quantità tale da riuscire a supportare e ottimizzare il loro allenamento. La muscolatura è costituita infatti per la maggior parte da proteine, il cui fabbisogno aumenta in proporzione all'intensità dello sforzo cui è sottoposto il fisico. Proprio per questo, la quantità di proteine dopo l’allenamento e prima del workout, deve essere valutata e varia in base alla corporatura dell'atleta, alla sua età e al tipo di attività fisica che svolge.

Assumere proteine dopo l'allenamento fa male?

Si sente spesso dire che troppe proteine danneggiano i reni, ma la scienza non è concorde su tale affermazione. Quello che si può dire con certezza è che il corpo espelle le proteine in eccesso. Ecco perché gli atleti che mirano ad uno sviluppo muscolare possono aumentare l'apporto proteico: l'ideale è seguire una dieta completa che comprenda carboidrati complessi, grassi sani e proteine di qualità.

Perché assumere le proteine dopo l’allenamento

Gli sportivi che hanno come obiettivo lo sviluppo dei muscoli devono assumere quantità maggiori di alimenti che contengono proteine, sia di origine animale che vegetale: in media da 1,3 a 1,5 grammi per chilogrammo. Le dosi dovrebbero poi essere suddivise in 5 o 6 pasti giornalieri, per far sì che i muscoli possano contare su un costante apporto proteico.

Ecco perché si consiglia di assumere anche proteine dopo l’allenamento, le quali devono essere assunte fino a due ore dopo, nell'arco della finestra anabolica. Se vengono assunte entro 60 minuti dalla fine del workout agiscono in modo molto positivo perché durante lo sforzo i muscoli sintetizzano le proteine per ottenere energia e intaccano quindi la loro sostanza strutturale. Una buona idea è quindi quella di concedersi un frullato proteico per aiutare il corpo a produrre nuovamente le sostanze di cui necessita.

L'ideale sarebbe assumere in maniera equilibrata sia proteine animali che vegetali perché hanno profili aminoacidi diversi così da rendere più semplice l’assorbimento degli aminoacidi essenziali per la muscolatura e per l'organismo in generale. Le proteine animali assomigliano di più a quelle umane, mentre quelle vegetali hanno un basso contenuto di grassi e raramente contengono colesterolo. Alimenti che forniscono proteine sono ad esempio i semi di chia con il latte, le patate dolci e l'uovo, le patate bollite con tutta la buccia o il formaggio quark.

Proteine dopo allenamento: gli integratori consigliati

Dopo l'allenamento, o anche in altri momenti della giornata, si possono assumere delle proteine grazie agli integratori.

L’integratore Star Whey della linea Named è una formulazione a base di proteine del siero del latte, non contiene glutine ed è disponibile nei gusti vaniglia, cioccolato e mokaccino. Il prodotto è in polvere, basta sciogliere due misurini in acqua, latte o altro liquido e si consiglia di assumerlo lontano dai pasti.

Invece, l’integratore BCAA 4:1:1 Extreme è in compresse di aminoacidi a catena ramificata Ajipure (1g per ogni compressa) al massimo stato di purezza. È privo di grassi, carboidrati, glutine e lattosio. Si consiglia di assumerlo 5 volte al giorno, prima o anche dopo l'attività fisica.

La barretta proteica Proteinbar è comoda e pratica da consumare dopo il workout. Contiene proteine del siero del latte concentrate e isolate, olio di semi di girasole ed è ricoperta di cioccolato fondente. Ottima per reintegrare le proteine dopo l'allenamento e anche come snack spezza fame tra i pasti.