A cosa servono gli integratori per la fertilitÓ e come si scelgono

Ecco come utilizzare gli integratori per la fertilitÓ nel modo giusto

 

In che modo gli integratori per la fertilità possono favorire una gravidanza

Quando scatta il desiderio di un figlio non è detto che si riesca a concepire immediatamente, a volte può passare anche diverso tempo senza che nulla accada. La domanda che molte coppie si pongono è quindi se possono fare qualcosa per stimolare la loro fertilità. Valgono sempre le regole di una vita sana, si deve mangiare bene, praticare attività fisica, eliminare le cause di stress. Oltre a questo si può ricorrere ad un aiuto in più assumendo degli integratori per la fertilità.

Cosa sono gli integratori per la fertilità e come funzionano

Gli integratori per la fertilità possono essere assunti sia dagli uomini che dalle donne. È bene ricordare che gli integratori, come riportato anche sulle confezioni, non possono essere intesi come sostitutivi di una dieta equilibrata e di uno stile di vita sano: questi fattori influenzano infatti la motilità e la vitalità degli spermatozoi.

Gli integratori per la fertilità non assicurano con certezza l'instaurarsi di una gravidanza, ma aumentando la fertilità fanno crescere le probabilità di restare in dolce attesa. Secondo alcuni ricercatori gli integratori per la fertilità assunti dagli uomini aiuterebbero a contrastare lo stress ossidativo che può causare il danneggiamento della funzionalità degli spermatozoi.

Integratori per la fertilità: quale scegliere?

Esistono diversi tipi di integratori che stimolano la fertilità, ed una tipologia è quella a base di vitamina B: questa vitamina può essere assunta con l'alimentazione, ma talvolta si registra comunque una sua carenza nell'organismo e ciò può causare una mancata ovulazione. La carenza di vitamina B2 è addirittura legata alla sterilità. Assumere un integratore a base di vitamina B può quindi agire in modo positivo nella fase dell'ovulazione aumentando le probabilità di restare incinta.

La vitamina E e il magnesio sono altri componenti importanti degli integratori per la fertilità. La carenza di magnesio è molto pericolosa perché oltre a determinare un calo della fertilità può aumentare anche le possibilità che si verifichi un aborto a gravidanza iniziata.

Altra vitamina importantissima è la C, che deve essere assunta sia dall'uomo che dalla donna: quando si cerca una gravidanza si consiglia di prenderne dosi abbastanza alte. Meglio quindi premunirsi e integrare questo componente importante attraverso l’assunzione di un integratore di vitamina C.

Fondamentale è poi l'acido folico consigliato in tutti i casi in cui si voglia migliorare la qualità ovacitaria. Prima di prendere un integratore di acido folico però, è meglio consultare il proprio farmacista per ottenere consigli utili su quale prodotto in commercio preferire. Molti ginecologi, infatti, consigliano alle donne di iniziare a prendere l'acido folico quando iniziano a cercare una gravidanza visto che aiuta a prevenire alcune tipologie di malformazione del feto.